Con un recente intervento la Corte di cassazione ha affrontato il tema assai spinoso della competenza (o meglio della giurisdizione) dei tribunali italiani a conoscere delle controversie con le compagnie aeree straniere.
Cass. civ. Sez. Unite Ord., 13/02/2020, n. 3561 ha così affermato che: “Ai fini della individuazione del giudice avente giurisdizione a conoscere della controversia avente ad oggetto la compensazione pecuniaria per il ritardo nello svolgimento delle operazioni di trasporto aereo, la giurisdizione si individua sia in applicazione del criterio di collegamento del luogo di destinazione del viaggio, sia in applicazione del criterio di collegamento del luogo ove è sito lo stabilimento del vettore che cura la conclusione del contratto. Tale luogo coincide, nel caso di acquisto on line di biglietti per il trasporto aereo internazionale, con il domicilio degli acquirenti, quale luogo nel quale gli stessi siano venuti a conoscenza dell’accettazione della proposta formulata con l’invio telematico dell’ordine e del pagamento del corrispettivo”.
Uno studio legale che si occupa di queste tematiche è sicuramente questo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *