Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione sono altresì giunte ad affermare il seguente principio di diritto: “nelle controversie soggette a mediazione obbligatoria ai sensi dell’art. 5 comma 1bis del D. Lgvo 28/2010 i cui giudizi vengano introdotti con decreto ingiuntivo, una volta instaurato il relativo giudizio di opposizione e decise le istanze di concessione o sospensione della provvisoria esecuzione del decreto, l’onere di promuovere la procedura di mediazione è a carico della parte opposta”.

E’ pertanto chiarito che spetti alla parte opposta, terminata la prima udienza del giudizio di opposizione, avviare il procedimento di mediazione; qualora non vi provveda, il decreto opposto sarà revocato, perdendo la sua efficacia e qualora il credito debba essere fatto valere, dovrà essere riproposto un nuovo ricorso per decreto ingiuntivo.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *